Honor View 10: 4 mesi dopo e in colorazione RED | Video

Honor View 10 ha mantenuto le nostre aspettative in questi 4 mesi di utilizzo, di recente abbiamo ricevuto anche la colorazione Red Crush che non cambia hardware ma aggiunge una back cover zigrinata.

La bontà di un dispositivo la si vede soprattutto nel tempo. Esperienza d'uso, autonomia e prestazioni si evolvono con i vari update e con l'usura. Da 4 mesi utilizzo Honor View 10, l'attuale top di gamma della casa cinese in attesa del prossimo lancio del 15 maggio (eccolo in versione cinese), proposto ad inizio anno con un hardware di tutto rispetto ed un prezzo più che aggressivo sotto quota 500 euro.
Nelle ultime settimane ho sostituito la versione blu, recensita a inizio gennaio, con quella Crush RED, una nuova variante che porta con se un'inedita e piacevole texture a trama stretta per la back cover metallica. Oggi vi racconto la mia esperienza con questo terminale, e ne approfitto per mostrarvi la nuova colorazione che intendo tenermi stretta.

MATERIALI ED ESTETICA DEL RED CRUSH

Oltre alla colorazione, la cosa che mi ha particolarmente colpito è la zigrinatura della back cover che migliora notevolmente il grip e la presa. L'ho sempre utilizzato senza cover e pellicola e devo dire che ha un'ottima resistenza a cadute e graffi. Buona la resistenza del display, la nuova trama posteriore aiuta tantissimo a camuffare i graffietti e i normali segni di usura.

La scocca in metallo sta diventando sempre più rara nella fascia alta, tutti puntano sul vetro e lo fanno con cognizione di causa, ma non sempre la ciambella riesce con il buco. Penso ad alcuni modelli provati di recente che attirano troppe impronte e scivolano dalle mani come fossero (costose) saponette. Insomma, continuo ad apprezzare una simile costruzione, più concreta e comunque particolare, a patto che il rosso sia il vostro colore.

BENVENUTO SBLOCCO CON

Vi ricordo che questo View 10 ha un display Full View IPS LCD da 5.99 pollici con risoluzione full HD+ (1080 x 2160 pixel) e densità di 403 ppi. Più che buona la resa, colori vividi, ottimo angolo di visuale e buona luminosità anche all'esterno. E' sempre un piacere guardare i contenuti su una diagonale cosi ampia, in questi mesi è stato uno dei miei preferiti in viaggio per la fruizione di film e serie TV, data anche la buona durata della batteria.

(aggiornamento del 23 April 2018, ore 20:15)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Honor 7A: come scatta le foto e gira i video | Focus

Honor 7A è la nuova soluzione di fascia bassa con scocca in plastica e hardware base, ultima distribuzione Android 8.0 e personalizzazione EMUI 8.0. Vediamo come scatta le foto

Da qualche giorno stiamo provando Honor 7A, il primo smartphone con riconoscimento del viso nella fascia degli entry-level, molto presto commercializzato in Italia ad un prezzo di partenza di €139. Non abbiamo ovviamente grandi pretese, tuttavia i risultati ottenuti con terminali di questa fascia sono comunque interessanti. 

A bordo del 7A abbiamo una fotocamera posteriore da 13 MP capace di registrare video in full HD, oltre ad una fotocamera anteriore da 8 MP con flash LED e apertura F2.0. Prima di parlare della recensione completa concentriamoci quindi sul comparto multimediale.

Nota: in questa prima settimana di utilizzo abbiamo riscontrato qualche momento in cui il sistema si è "impacciato", stiamo quindi dialogando con Honor in attesa di un aggiornamento che possa ottimizzare la resa dell'interfaccia o sostituzione dello smartphone. Soltanto allora completeremo il cerchio con la nostra valutazione completa. Si tratta di sample e solo ora (oggi in teoria) sono arrivati i modelli di vendita ufficiali.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 877 euro oppure da Amazon a 980 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Xiaomi al lavoro su altri smartphone Android One: parola di Lei Jun

È un periodo particolarmente interessante per ricevere una dichiarazione del genere: Xiaomi Mi 6X è ormai a un passo dalla presentazione, e il suo predecessore ha dato vita a Mi A1, il primo Android…

Xiaomi produrrà altri smartphone Android One: la conferma proviene direttamente dall'amministratore delegato Lei Jun, ed è stata data nel corso di un'intervista con i media indiani. È un periodo particolarmente interessante per ricevere una dichiarazione del genere: Xiaomi Mi 6X è ormai a un passo dalla presentazione, e il suo predecessore ha dato vita a Mi A1, il primo Android One della società Cinese. Dalle nostre parti è stato molto apprezzato.

Android One è il successore spirituale della Google Play Edition, in un certo senso. La sua caratteristica principale è che il sistema operativo non subisce grosse modifiche estetiche/funzionali rispetto all'originale sviluppato da Google (QUI potete approfondire con il nostro video). Xiaomi è nata come sviluppatrice di un'interfaccia personalizzata di Android, nota come MIUI, e anche ad essa deve il suo successo.

La MIUI è molto ispirata a iOS, al punto Xiaomi veniva una volta etichettata la Apple della Cina. Questa caratteristica è stata molto apprezzata in Asia, ma in occidente i punti di vista sono differenti. Android One, in questa fase, risulta uno strumento fondamentale per alimentare le ambizioni di espansioni nei nostri mercati della società cinese.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 877 euro oppure da Amazon a 980 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Meizu prepara uno smartphone Android Go

Meizu potrebbe esordire nell’emergente segmento degli smartphone Android Go con una prima proposta destinata ad arrivare sul mercato entro la fine dell’anno. La notizia viene riportata dal…

Meizu potrebbe esordire nell'emergente segmento degli smartphone Android Go con una prima proposta destinata ad arrivare sul mercato entro la fine dell'anno. La notizia viene riportata dal sito Android Headlines, che afferma di averla appresa direttamente dall'azienda cinese.

Non sono stati forniti ulteriori dettagli sulle caratteristiche tecniche dello smartphone, anche se non è difficile ipotizzare il segmento di appartenenza, visto che Google ha progettato la particolare versione del suo sistema operativo per dispositivi di fascia bassa, commercializzati a cifre che non si discostano troppo dai 100 euro.

Secondo valutazioni in parte condivisibili, Meizu potrebbe utilizzare gli smartphone Android Go per far breccia in nuovi mercati; inoltre, una piattaforma software sprovvista della UI Flyme, potrebbe attirare utenti che preferiscono un'esperienza di utilizzo più simile a quella stock di Android, oltre a rendere più economico per Meizu lo sviluppo del software.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 877 euro oppure da Amazon a 980 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Google inizia a sostituire “I miei preferiti” con le nuove “Collections”

I contenuti sono anche organizzati con una vista più compatta, che permette di mostrare più collezioni in una pagina sola: in aggiunta, anche quando si apre una collezione i vari elementi salvati…

Google sta iniziando ad introdurre alcune rilevanti novità nel sistema di preferiti online noto come I miei preferiti. Si raggiunge all'indirizzo www.google.com/save oppure attraverso il menu laterale nell'app mobile per Android: include, tra le altre cose, le pagine salvate, gli itinerari su Google Maps e le immagini di Google Images.

La novità principale è che la funzione sta cambiando nome in "Collections". I contenuti sono anche organizzati con una vista più compatta, che permette di mostrare più collezioni in una pagina sola: in aggiunta, anche quando si apre una collezione, i vari elementi salvati sono disposti su due colonne, invece che su una singola come accadeva in precedenza.

Precedenti teardown dell'APK hanno evidenziato l'arrivo di altre novità a livello interfaccia: la possibilità di scegliere un'immagine di copertina per ogni collezione e aggiungere una descrizione, la creazione di liste automatiche per ricette, video, annunci e molto altro. Al momento, però, la novità l'hanno ricevuta in pochissimi (sembra uno dei soliti aggiornamenti lato server), quindi molti dettagli sono ancora da verificare.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 877 euro oppure da Amazon a 980 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Ulefone Power 5 e Armor X: super batteria e rugged in sconto dal 24/4 al 1/5

I due smartphone possono essere acquistati ad un prezzo scontato per un periodo limitato.

Ulefone dà il via alla prevendita dei nuovi smartphone Power 5 e Armor X, acquistabili al prezzo speciale rispettivamente di 269,99 dollari (sconto di 70 dollari sul prezzo di listino) e 129,99 dollari (50 dollari di sconto). Chiunque sia interessato dovrà affrettarsi, poiché l’offerta è valida da domani 24 aprile fino al 1 maggio.

Ulefone Power 5 è “sinonimo” di autonomia: al suo interno è infatti integrata una super batteria da 13000mAh, sufficiente - a detta del produttore - per dimenticarsi il caricatore (a ricarica rapida 5V/5A) a casa per un’intera settimana. Qualora sia tuttavia necessaria una ricarica, il telefono tornerà nuovamente al 100% in appena 2 ore e mezza.

Lo smartphone è dotato di un display Full HD da 6 pollici con rapporto 18:9, un processore MediaTek MT6763 a otto core, 6GB di RAM, 64GB di memoria interna e un comparto fotografico costituito da una doppia cam anteriore da 13+5MP e da una doppia cam posteriore da 21+5MP. Non mancano nemmeno il riconoscimento facciale, il sensore delle impronte digitali posizionato a lato, la ricarica wireless 10W Qi e un tasto laterale personalizzabile per accedere velocemente all’app preferita. Il sistema operativo è Android nella versione 8.1 Oreo. Per acquistare Ulefone Power 5 è sufficiente cliccare sul link riportato qui sotto:


Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da puntocomshop a 589 euro oppure da ePrice a 654 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nokia X potrebbe essere un base di gamma. Ecco la certificazione CCC

Certificazione CCC per due smartphone che potrebbero essere due varianti del Nokia X. Entrambe senza ricarica rapida e, quindi, di fascia medio/bassa.

Nokia X è un misterioso smartphone che HMD presenterà in Cina il prossimo 27 aprile. Sul suo conto non si conosce davvero nulla, né una specifica tecniche, né un qualunque indizio sul design.

L'ente cinese CCC (China Compulsory Certificate) ha recentemente certificato due device identificati con i nomi in codice TA-1109 e TA-1099 che potrebbero rappresentare due varianti del Nokia X. Osservando i dati riportati si scopre che entrambe le versioni non offrono un sistema di ricarica veloce. Tale aspetto posizionerebbe i due dispositivi mobili nella fascia medio/bassa del mercato e confermerebbe l'ipotesi che il Nokia X rappresenti una evoluzione della prima storica famiglia di smartphone Android di Nokia, realizzati e personalizzati in collaborazione con Microsoft.


Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da puntocomshop a 589 euro oppure da ePrice a 654 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Material Design 2: Google Search 8.0 anticipa altre novità estetiche

Il Material Design 2: nuove novità per quanto riguarda l’aspetto della futura interfaccia utente Android.

Il Material Design 2, l'aspetto dell'interfaccia grafica che Google utilizzerà nelle future versioni stock di Android, è già apparso in diverse anticipazioni che hanno mostrato alcune delle novità introdotte, sia da un punto di vista estetico che di impostazione generale.

Grazie all'APK dell'app Google Search in versione 8.0, i colleghi di 9TO5Google hanno scovato altre modifiche che riguardano principalmente la barra di navigazione caratterizzata da nuove icone, ora posizionate in maniera differente rispetto a prima. Come potete osservare dalle immagini, è stata inserita la scorciatoia per il Google Assistant a fianco delle schede Recenti, Collezioni e Altro. E' stato, inoltre, spostato il pulsante di ricerca, ora situato nella parte alta dell'interfaccia.

Tra le altre novità estetiche citiamo la barra inferiore che rimane costantemente visibile anche quanto viene aperto un collegamento, l'icona della sezione Recenti che mostra il numero delle pagine visualizzate e l'inedita area Collezioni che va a sostituire quella che attualmente si chiama Salvati (la trovate dentro la voce Altro). In quest'ultima troverete un carosello degli ultimi link aggiunti, ciascuno accompagnato da una immagine di anteprima, e sotto i gruppi creati dall'utente.


Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tigershopit a 595 euro oppure da ePrice a 654 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

ASUS Zenfone Max Pro M1 ufficiale: 5,99″ FHD+, Snap 636 e batteria da 5000 mAh

Asus solleva il sipario sul nuovo peso massimo della linea Zenfone.

Asus ha sollevato il sipario sul nuovo peso massimo della linea dei suoi smartphone Android. Zenfone Max Pro M1 è stato presentato ufficialmente nel mercato indiano, oggi, come precedentemente preannunciato. Contribuiscono ad assegnargli il titolo di peso massimo un set di caratteristiche comprendenti l'ampio display da 5,99", integrato in una scocca che permette di alloggiare una batteria da 5000 mAh.

Stando ai dati dichiarati dal produttore, l'autonomia massima può raggiungere le 25,3 ore in riproduzione video 1080p, sino a 42 ore in conversazione 3G e fino a 28 ore nella navigazione internet sotto rete WiFi. Lo smartphone supporta la ricarica rapida, grazie alla quale è possibile ricaricare completamente la batteria in 2 ore e 42 minuti.

La piattaforma hardware è articolata nel SoC Snadpragon 636, abbinato a configurazioni da 3 o 4 GB di RAM e 32 o 64GB di storage. Il comparto fotocamera prevede una doppia cam posteriore (13+5 megapixel), e una anteriore da 8 MegaPixel. Asus Zenfone Max Pro M1 è big anche nel peso che fa arrestare a 180 grammi l'ago della bilancia.


L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 625 euro oppure da Amazon a 684 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

LineageOS 15.1 arriva su Galaxy S9, S9 Plus, Xiaomi Mi Note 2 e Shield Android TV

Lineage 15.1 arriva su Galaxy S9 e S9+, Xiaomi Mi Note e Nvidia Shield Android TV.

LineageOS 15.1 sbarca ufficialmente su nuovi dispositivi, grazie all'impegno dei tanti sviluppatori entrati a far parte del progetto, nel rispetto degli ultimi standard definiti dal team per fornire maggiori garanzie agli utenti su funzionamento e compatibilità hardware delle ROM.

Con questa premessa, Lineage OS 15.1 ha potuto espandersi ulteriormente, assicurando una qualità più elevata e restando al passo con l'ultima distribuzione Android. Tra i nuovi dispositivi compatibili con questa serie di custom ROM, troviamo Samsung Galaxy S9, Galaxy S9 Plus (versioni con chip Exynos), Xiaomi Mi Note 2 e da ultimo, ma non meno importante, Nvidia Shield TV, aggiornata dalla precedente Lineage OS 14.1 alla versione più recente.

Chi vuole provare l'esperienza quasi del tutto stock di queste ROM può utilizzare i link sopra riportati per procedere all'installazione. Come di consueto, è richiesta una certa dimestichezza con le operazioni di sblocco del bootloader e le successive attività di installazione della recovery custom e flashe della ROM.

(aggiornamento del 23 April 2018, ore 10:41)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE