Amazon Prime Wardrobe: prova gratuita dei vestiti negli USA

Nel proprio ordine si possono inserire tra i tre e gli otto oggetti, che vengono consegnati in 4-6 giorni lavorativi (tempistiche quindi più lunghe rispetto agli standard Prime). Dalla ricezione, si…

Amazon permette ora a tutti i clienti Prime negli Stati Uniti di provare gratuitamente i capi di abbigliamento prima di acquistarli. Il servizio si chiama Prime Wardrobe, ed era già attivo da qualche tempo, ma come test limitato accessibile solo su invito.

Le modalità di fruizione di Prime Wardrobe differiscono un po' sia rispetto al piazzare un ordine tradizionale sia rispetto a servizi analoghi della concorrenza. Prima di tutto, riguarda solo e soltanto i capi di abbigliamento venduti e spediti direttamente da Amazon.com; nel proprio ordine si possono inserire tra i tre e gli otto oggetti, che vengono consegnati in 4-6 giorni lavorativi (tempistiche quindi più lunghe rispetto agli standard Prime). Dalla ricezione, si ha una settimana di tempo per provare i vestiti scelti e decidere quali tenere. Solo a questo punto si procede con il checkout dell'ordine: si paga solo ciò che non si rimanda indietro.

Negli USA ci sono già servizi di questo tipo, ma funzionano in maniera diversa - in un certo senso meno evoluta. Per esempio, con Stitch Fix non è l'utente a scegliere i capi, ma il personale dell'azienda; per ogni pacco i vestiti sono solo cinque, e c'è una tariffa aggiuntiva da pagare ad ogni consegna.


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus è in offerta oggi su a 689 euro oppure da ePrice a 779 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Microsoft acquisisce Bonsai, startup focalizzata su Intelligenza Artificiale

Microsoft ha annunciato l’acquisizione di Bonsai, una startup focalizzata sull’Intelligenza Artificiale con sede in California. Già nel 2017, Microsoft aveva investito in Bonsai tramite M12 (ex…

Microsoft ha annunciato l'acquisizione di Bonsai, una startup focalizzata sull'Intelligenza Artificiale con sede in California. Già nel 2017, Microsoft aveva investito in Bonsai tramite M12 (ex Microsoft Ventures).

Bonsai sta realizzando una piattaforma di deep learning detta 'di rinforzo' per scopi generici, particolarmente adatta alle imprese che sfruttano sistemi di controllo industriali tra cui robotica, energia, HVAC, produzione e sistemi autonomi in generale. La piattaforma prevede un sistema di formazione per ottenere risultati migliori attraverso prove ed errori. Dopo il periodo di apprendimento, i modelli di IA possono essere integrati in applicazioni aziendali. Il sistema può essere anche distribuito tramite il cloud Azure di Microsoft.

Bonsai è stata fondata nel 2014 e conta circa 42 dipendenti, con uffici a Seattle e Berkeley. Secondo Crunchbase, Bonsai ha raccolto 13,6 milioni di dollari da società come ABB Technology Ventures, New Enterprise Associates, Samsung e Siemens. Il CEO di Bonsai, Mark Hammond, ha lavorato per Microsoft tra la fine degli anni '90 e l'inizio del 2000.


Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Mondo affari web a 419 euro oppure da ePrice a 479 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Facebook comincia a testare i Gruppi con sottoscrizione mensile

Facebook ha annunciato di aver avviato un nuovo progetto pilota dedicato ai Gruppi e alla possibilità di attivare delle sottoscrizioni mensili a pagamento

Facebook ha annunciato di aver avviato un nuovo progetto pilota dedicato ai Gruppi e alla possibilità di attivare delle sottoscrizioni mensili a pagamento. Al momento è previsto un intervallo di prezzo che varia tra i 4,99$ e i 29,99$ e tutte le transazioni saranno gestite attraverso i sistemi di sottoscrizione propri di iOS e Android, attraverso App Store e Play Store.

Durante questa prima fase di test Facebook non raccoglierà alcuna percentuale sul ricavato, quindi l'abbonamento mensile verrà versato interamente all'amministratore del gruppo. Interamente forse non è il termine più corretto, dal momento che sia Apple che Google trattengono circa il 30% del ricavo generato dalle sottoscrizioni mensili effettuate attraverso le proprie piattaforme.

In ogni caso questo progetto pilota coinvolge una ristretta cerchia composta da appena 3 Gruppi: Declutter My Home, Grown and Flown Parents: College Admissions and Affordability e Meal Planning Central Premium. Gli iscritti potranno accedere a contenuti extra, come ad esempio post e tutorial esclusivi, aiuti mirati e molto altro ancora. Stando a quanto emerso, la versione premium del Gruppo non andrà a sostituire quella tradizionale, bensì verrà proposta come una sorta di sotto-Gruppo.


Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Mondo affari web a 419 euro oppure da ePrice a 479 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

TIM disposta ad allearsi con Open Fiber per la diffusione della FFTH

L’amministratore delegato Amos Genish ha detto di vedere chiari benefici economici, specialmente considerando i lunghi tempi previsti per il rientro economico degli ingenti investimenti.

TIM è disposta (anzi, "più che disposta") a parlare con Open Fiber sulla possibilità di unire le forze nella diffusione della FTTH (Fiber To The Home). L'ha detto l'amministratore delegato Amos Genish poche ore fa in un incontro con i giornalisti.

Genish ha detto di vedere chiari benefici economici, specialmente considerando i lunghi tempi previsti per il rientro economico degli ingenti investimenti (si parla di miliardi di dollari) in un settore in cui la domanda di connessioni internet con velocità fino a 1 Gbps è ancora molto scarsa.

Queste le informazioni ufficiali. Le indiscrezioni si spingono addirittura più in là, sostenendo che TIM avrebbe già parlato con gli azionisti di Open Fiber, tra cui figurano Enel e la CDP (Cassa Depositi e Prestiti, istituzione finanziaria controllata dal Ministro dell'Economia). A quanto pare, ora la mossa spetta a quest'ultima: con l'arrivo del nuovo governo, c'è stato un cambio dei dirigenti ai vertici che ha rallentato un po' le operazioni.


Il vero top gamma Nokia? Nokia 8 è in offerta oggi su a 302 euro oppure da Media World a 399 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Amazfit parte dai social per il suo arrivo in Italia, aperti i profili Facebook ed Instagram

Amazfit, sussidiaria di Xiaomi dietro al brand Huami, si appresta ad aprire i battenti anche in Italia.

Amazfit, brand di proprietà di Huami sussidiaria di Xiaomi, si prepara a sbarcare in Italia con tutto il proprio ecosistema di prodotti indossabili, come smartwatch e fitness band. Alcuni di questi erano già presenti all'apertura del primo Mi Store a Milano, tuttavia, la strategia commerciale potrebbe differenziarsi ulteriormente, attraverso uno shop online dedicato ai singoli prodotti.

In attesa che la situazione si faccia più chiara, Amazfit inizia intanto a farsi conoscere nel nostro paese inaugurando i profili social, rispettivamente tramite Facebook ed Instagram. Le pagine sono pronte, e mostrano già i vari indossabili Amazfit Stratos, Pace, Bip e Cor Band, cercando un primo punto di contatto con la community italiana.

Un messaggio dedicato è passato anche dalla pagina Twitter ufficiale del produttore, che annuncia il primo supporto in italiano per i prodotti Amazfit, e l'apertura della community nel nostro paese.


L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Clicksmart a 590 euro oppure da Amazon a 639 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

UE, approvata la controversa riforma della legge sul copyright

Il principale motivo della controversia è l’articolo 13. Dice che le piattaforme che ospitano un gran numero di contenuti caricati dagli utenti devono implementare “strumenti adeguati” per bloccare…

Aggiornamento:

Pochi minuti fa la proposta è stata approvata con 14 voti a favore, 9 contro e 2 astenuti. A luglio, in occasione della prossima assemblea plenaria del Parlamento Europeo, inizieranno i negoziati per l'approvazione definitiva. Il comunicato stampa del Parlamento definisce il risultato una vittoria per artisti e giornalisti, e promette che le piattaforme online dovranno salvaguardare il diritto alla libertà di espressione e innovazione, oltre a garantire strumenti per appellarsi all'eventuale blocco di un upload.

Il Parlamento precisa anche che alcune tipologie di piattaforme saranno esenti dall'obbligo di implementare controlli sui contenuti caricati: per esempio le enciclopedie online, come Wikipedia, e i siti di sviluppo di software open-source, come GitHub.


Stile classico, prestazioni ottime e prezzo contenuto? Huawei P8 Lite 2017 è in offerta oggi su a 129 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

TIM: 5 euro di credito extra con una prima Ricarica online di almeno 15 euro

TIM ha rinnovato la promozione Ricarica online che consente di ottenere 5 euro di credito telefonico in più con una ricarica di almeno 15 euro.

TIM ha ufficializzato una nuova Promo Ricarica Online che consente a tutti i clienti dell'operatore di ottenere un credito telefonico aggiuntivo di 5 euro effettuando una ricarica online di almeno 15 euro.

Per ottenere i 5 euro, spiega TIM, bisognerà effettuare due Ricariche Online dal sito www.tim.it, m.tim.it, Timinternet (in connessione mobile) e da App MyTIM Mobile. La prima, dal valore di almeno 15€, ed una seconda successiva di qualsiasi importo entro 30 giorni.

A partire da giovedì 21 giugno, infatti, gli utenti che avranno effettuato la ricarica riceveranno un Codice Sconto via email o SMS da utilizzare nel seguente modo:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Vodafone: 30 GIGA e 1000 Minuti a 8 euro offerti ai già clienti

Vodafone offre 30 GIGA e 1000 minuti verso tutti a 8 euro al mese ai già clienti Vodafone.

Vodafone ha ricominciato la propria personale "battaglia" contro i competitor, avviando una nuova campagna SMS esclusivamente rivolta ad alcuni già clienti Vodafone selezionati dal reparto commerciale.

Oggetto di questa nuova ondata di SMS è l'offerta che prevede, al prezzo di 8 euro al mese:

  • 30 GIGA di connettività internet 4G
  • 1000 minuti di chiamate verso tutti i numeri nazionali fissi e mobili


Di seguito il testo del messaggio:


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus è in offerta oggi su a 689 euro oppure da Amazon a 764 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Iliad: portabilità su SIM già attiva possibile

L’opzione permette di trasferire il numero di altro operatore sulla SIM Iliad già attiva.

Iliad continua ad ampliare il pacchetto di servizi dedicato ai suoi utenti: la portabilità del numero di altro operatore su SIM Iliad già attiva diventa ora possibile, accedendo alla propria Area Personale - tramite app o web - in cui appare il chiaro riferimento alla Richiesta di portabilità. L'opzione consente agli utenti che hanno scelto di provare l'offerta di Iliad di effettuare definitivamente il passaggio da altro operatore, senza acquistare una nuova SIM.

C'è un limite: la linea Iliad attiva verso cui si effettua il passaggio non deve essere stata già oggetto del processo di portabilità contestualmente all'acquisto. Resta inteso che il numero che si intende trasferire in Iliad deve risultare già attivo con il gestore cedente. L'intera procedura, ovvero disattivazione del precedente numero e passaggio al nuovo, verrà portata a termine da Iliad - non è necessario comunicare nulla al proprio operatore. Contestualmente, il credito residuo verrà trasferito sulla linea Iliad.

In fase di richiesta di portabilità dovranno essere fornite alcune informazioni, ovvero il numero della linea da trasferire in Iliad, il precedente operatore, il tipo di contratto (ricaricabile o in abbonamento), il seriale della SIM (ICCID), e, facoltativamente, la data a partire dalla quale si intende effettivamente beneficiare della portabilità.


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus è in offerta oggi su a 689 euro oppure da Amazon a 764 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Roaming Zero, il 55 per cento degli italiani non ne è a conoscenza

Il dato è in calo rispetto a uno studio fatto nell’agosto 2017; d’altra parte sui giornali non se ne parla più. In ogni caso, come consumo dei dati internet all’estero siamo tra i primi.

Più di un italiano su due non conosce i vantaggi del roaming zero nell'Unione Europea. È quanto emerge da uno studio pubblicato dall'UE stessa a distanza di un anno esatto dalla sua entrata in vigore. Il dato più curioso è che il dato è in calo rispetto a uno studio fatto nell'agosto 2017: dal 67 per cento di persone che hanno affermato di sapere che ora è possibile navigare, chiamare e mandare messaggi senza costi aggiuntivi siamo passati al 55 per cento.

D'altra parte, non è più una notizia, quindi i canali di informazione ne parlano inevitabilmente meno. Il fenomeno, comunque, interessa quasi tutti i paesi europei: la media è passata dal 71 al 62 per cento. In entrambi gli studi, comunque, noi italiani rimaniamo nella parte bassa della classifica. Peggio di noi fanno solo Francia, Regno Unito, Grecia e Romania (quest'ultima è l'unica a scendere sotto la soglia del 50 per cento).

Interessante osservare, però, che come consumo dei dati internet all'estero siamo tra i primi: il 47 per cento degli intervistati ha usato la rete dati esattamente come se fosse a casa. La media europea è del 34 per cento. Per le chiamate, invece, la percentuale scende al 31; siamo comunque sopra la media europea - anche se di poco, visto che è del 28 per cento.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE